Sternocleidomastoideo cause e cure

Sternocleidomastoideo cause e cure

Introduzione

Il dolore allo sternocleidomastoideo colpisce il muscolo laterale del collo e può dar vita a mal di testa, torcicollo, dolore alla mascella, e se associato ad altre disfunzioni anche vertigini e senso di vomito.
Ci sono diverse soluzioni per curare la sindrome sternocleidomastoidea, la piú efficace è senza dubbio la fisioterapia.

villa-ardeatina-sternocleidomastoideo

PRENOTA SUBITO una VISITA FISIATRICA GRATUITA per la PREVENZIONE e CURA dell’ARTROSI e delle MALATTIE ORTOPEDICHE


CONTATTA SUBITO un RESPONSABILE della FISIOTERAPIA

0651037125




OPPURE CONTATTACI VIA MAIL


Il tuo nome (richiesto)

Il tuo telefono (richiesto)

Questo modulo di contatto raccoglie il tuo nome e il tuo numero telefonico. Per maggiori informazioni, consulta la nostra pagina di PRIVACY POLICY.
 Villa Ardeatina si impegna a fornirti informazioni scientifiche e commerciali nel tuo interesse, senza invadere la tua privacy e, comunque, non più di una volta a settimana.

Accetto la memorizzazione dei miei dati

Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali

Cos’è lo sternocleidomastoideo

Il muscolo sternocleidomastoideo (SCOM) è un muscolo lungo e sottile che si trova su ciascun lato del collo. È spesso e stretto al centro, ma più largo e più sottile alle due estremità. Lo sternocleidomastoide è un muscolo del collo, ed è separato da un intervallo triangolare chiamato fossa sopraclaveare.

Lo sternocleidomastoideo ha due capi, il capo che origina dallo sterno e quello clavicolare che parte dalla clavicola. I capi si fondono quindi gradualmente al di sotto della metà del numero in un muscolo spesso arrotondato prima di inserirsi nel processo mastoideo, al di sotto dell’orecchio.

Ha un complesso modello di movimento multidirezionale.

Sternocleidomastoideo e dolore

Puoi provare dolore allo sternocleidomastoideo in diversi modi. Il collo, le spalle o la parte superiore della schiena possono essere particolarmente sensibili al tocco o alla pressione.

Il dolore sordo e doloroso può essere accompagnato da sensazione di oppressione o pressione, possono verificarsi anche spasmi muscolari. Potresti avere alcuni dei seguenti sintomi o averne diversi nello stesso momento:

  • difficoltà a sollevare la testa
  • disorientamento
  • vertigini o squilibrio
  • affaticamento muscolare
  • nausea
  • dolore alla mascella, al collo o alla parte posteriore della testa
  • dolore all’orecchio, alla guancia o ai molari
  • ronzio nelle orecchie
  • rigidezza
  • mal di testa
il dolore allo sternocleidomastoideo

Sternocleidomastoideo le cause

Le cause del dolore allo sternocleidomastoideo possono essere dovute a:

  • attività svolte, ad esempio chi fa il pittore e pittura i soffitti, i nuotatori o chi passa tanto tempo col collo piegato sul cellulare;
  • cattiva postura, la tensione eccessiva causata da cattive posizioni posturali come quando si legge nel letto, si dorme con più di uno o due cuscini o anche lunghi periodi di rotazione della testa da un lato;
  • colpo di frusta;
  • infiammazione, condizioni infettive come la sinusite o l’influenza possono portare a dolore riferito nello sternocleidomastoideo. Per la presenza di linfonodi aumentati di volume nella zona.
I sintomi del dolore allo sternocleidomastoideo

Diagnosi sternocleidomastoideo

Un buon fisioterapista sa come riconoscerlo agendo sui cosiddetti “trigger point” ovvero quei punti che alla pressione provocano dolore nel paziente.

Quando vengono stimolati, possono creare uno spasmo muscolare o provocare una “fitta”. I punti trigger di solito si trovano longitudinalmente lungo la lunghezza del muscolo e sono più comuni nei muscoli assiali posturali. Il dolore riferito è spesso descritto come profondo e noioso.

Una risonanza magnetica oppure una lastra nella zona può confermare la diagnosi o verificare altre condizioni patologiche che possono provocare il dolore.

i rimedi per il dolore allo Sternocleidomastoideo

I rimedi per il dolore allo sternocleidomastoideo

Gli obiettivi del trattamento di fisioterapia è quello di allungare e rilassare i muscoli tesi, rafforzare i muscoli deboli, ripristinare il movimento dei segmenti spinali ristretti, attraverso la terapia manualeo anche l’osteopatia funzionale, e rieducare il sistema motorio sensoriale attraverso esercizi propriocettivi.

  • Se il dolore è causato da stress e ansia, le tecniche antistress possono di solito alleviare il problema: meditazione, rilassamento, yoga, esercizi a corpo libero, tecniche di respirazione.
  • Se il dolore è causato da una cattiva postura, la fisioterapia può aiutare a correggere e migliorare la postura e dare consigli sulle attività da svolgere quotidianamente.
  • Se la condizione è grave e cronica, richiede più tempo e sedute di fisioterapia.

In associazione alla mobilitazione si usano mezzi fisici necessari per il controllo del dolore e dell’infiammazione come: Tecarterapia , laserterapia, ultrasuoni.

PRENOTA SUBITO una VISITA FISIATRICA GRATUITA per la PREVENZIONE e CURA dell’ARTROSI e delle MALATTIE ORTOPEDICHE


CONTATTA SUBITO un RESPONSABILE della FISIOTERAPIA

0651037125




OPPURE CONTATTACI VIA MAIL


Il tuo nome (richiesto)

Il tuo telefono (richiesto)

Questo modulo di contatto raccoglie il tuo nome e il tuo numero telefonico. Per maggiori informazioni, consulta la nostra pagina di PRIVACY POLICY.
 Villa Ardeatina si impegna a fornirti informazioni scientifiche e commerciali nel tuo interesse, senza invadere la tua privacy e, comunque, non più di una volta a settimana.

Accetto la memorizzazione dei miei dati

Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali

Commenti

Non è possibile commentare l'articolo