VISITA FISIATRICA GRATUITA


CONTATTACI TELEFONICAMENTE

0651037125




OPPURE CONTATTACI VIA MAIL


Il tuo nome (richiesto)

Il tuo telefono (richiesto)

Questo modulo di contatto raccoglie il tuo nome e il tuo numero telefonico. Per maggiori informazioni, consulta la nostra pagina di PRIVACY POLICY.
 Villa Ardeatina si impegna a fornirti informazioni scientifiche e commerciali nel tuo interesse, senza invadere la tua privacy e, comunque, non più di una volta a settimana.

Accetto la memorizzazione dei miei dati

Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali


COS’È LA TECARTERAPIA

La Tecarterapia, comunemente nota come TECAR, è una tecnica riabilitativa utilizzata sempre di più dai fisioterapisti nell’ambito della fisioterapia e della riabilitazione motoria. Rappresenta oggi una delle soluzione più veloci per trattare patologie infiammatorie e traumatiche dell’apparato muscolo-scheletrico, osteoarticolare e dei tessuti molli.

Nata per essere utilizzata nello sport professionistico, trova oggi larga applicazione anche nella medicina ortopedica, chirurgica, reumatologica, nella terapia del dolore, nella medicina vascolare ed estetica.

Rappresenta una nuova frontiera per la fisioterapia e la sua innovazione sta nell’approccio che è sostanzialmente differente rispetto agli altri trattamenti elettromedicali; questi ultimi infatti trasferiscono l’energia alla zona da trattare dall’esterno mentre durante la tecarterapia l’energia viene stimolata direttamente all’interno del tessuto, quindi per via endogena.

La tecarterapia utilizza una strumentazione all’avanguardia che si basa sul principio fisico del condensatore, sfruttando una radiofrequenza a bassa intensità attraverso l’uso di due elettrodi diversi che premettono due modalità di lavoro differenti: elettrodo capacitivo e elettrodo resistito il cui utilizzo avviene in base al tessuto da trattare.

La TECAR, il cui acronimo è Trasferimento Energetico Capacitivo Resistivo, è una tecnica non invasiva che si basa sul trasferimento di energia biocompatibile ai tessuti danneggiati; andando a stimolare le cariche ioniche presenti negli stessi tessuti va ad innalzare il potenziale energetico interno alle cellule (aumento della temperatura) con la conseguente attivazione e stimolazione dei processi riparativi naturali.
Ciò consente ridurre o eliminare il dolore e abbreviare considerevolmente i tempi di guarigione.

PRENOTA SUBITO la VISITA FISIATRICA GRATUITA


CONTATTA un RESPONSABILE della FISIOTERAPIA

0651037125


COME FUNZIONA LA TECARTERAPIA


– STRUMENTAZIONE

La Tecarterapia o Diatermia è una termoterapia endogena cioè si basa sull’impiego del calore ma a partire dall’interno del tessuto trattato; la strumentazione, a differenza di altre termoterapie, non emette calore lei stessa ma stimola l’aumento del calore interno.

La TECAR funziona sfruttando l’effetto del condensatore, determinando correnti di spostamento (differenza di potenziale) dovute al movimento alternato di cariche elettriche positive o negative (ioni); l’alta frequenza della corrente emessa e la resistenza del tessuto allo spostamento di queste cariche elettriche genera il calore.

Gli elementi della TECAR sono:

  • una piastra fissa detta di ritorno, importante per generare la differenza di potenziale, che viene applicata nella parte opposta alla zona da trattare,
  • una piastra mobile o manipolo, utilizzato dal fisioterapista per massaggiare la parte lesa;
  • la macchina a cui sono collegate le due piastre, che genera la corrente;
  • il materiale isolante rappresentato dall’area anatomica da trattare formata di tessuti ed elettroliti, cioè sostanze con carica elettrica presenti nei tessuti biologici.

Il trasferimento energetico avviene grazie alla alta frequenza e bassa intensità della corrente generata dallo strumento, radiofrequenza a 0,5 Mhz, senza che ci sia una applicazione diretta sui tessuti di corrente elettrica.

– MODALITÀ DI UTILIZZO

La Tecar lavora con due modalità di utilizzo: Capacitiva e Resistiva.

La modalità Capacitiva, con l’impiego di una piastra mobile isolata, viene utilizzata per il trattamento di tessuti molli con una maggiore presenza di acqua e una bassa resistenza alla corrente come:

  • muscoli
  • cute
  • tessuto connettivale
  • vasi sanguigni
  • vasi linfatici

La modalità Resistiva, con l’impiego di una piastra mobile non isolata, si applica invece su tessuti a minor contenuto di acqua e con un’alta resistenza alla corrente come:

  • ossa
  • articolazione
  • guaina muscolare
  • tendini
  • legamenti
  • cartilagini
  • tessuto adiposo

È chiaro che la scelta del fisioterapista di utilizzare una modalità piuttosto che l’altra, o alternate, dipende dal tessuto da trattare.

come funziona la Tecarterapia
come funziona la Tecarterapia

EFFETTI DELLA TECAR SUI TESSUTI

La Tecarterapia può essere utilizzata, oltre che per trattare patologie, anche per la loro prevenzione.
Ha tre effetti biologici principali:

  • Effetto Neuro-vascolare, consiste in un effetto iperemizzante cioè aumento del flusso sanguigno nel microcircolo, aumento dell’ossigenazione e del nutrimento, drenaggio linfatico. Questo effetto si produce per ridurre il dolore, l’infiammazione acuta e le lesioni muscolari, diminuire edemi.
  • Effetto Neuromuscolare, la vasodilatazione che si genera determina un effetto miorilassante quindi decontrattura e rilassamento muscolare, aumento del drenaggio linfatico e del trofismo muscolare.
  • Effetto Neurotonico, è generato dall’aumento della temperatura interna con effetto ripartivo e rigenerante dei tessuti in quanto aumenta la permeabilità cellulare, la rimozione di cataboliti, riduzione dell’infiammazione e dell’edema. Viene prodotto per risolvere infiammazioni croniche, fibrosi dei tessuti, rigidità articolari e linfedemi.

A seconda dell’obiettivo terapeutico e della problematica da trattare, il fisioterapista utilizzerà livelli di energia diversi da trasferire alle piastre.

  • Atermia, livello energetico basso per l’effetto neuro-vascolare quindi intervento sul microcircolo.
  • Medio-termia, livello energetico intermedio per l’effetto neuromuscolare quindi vasodilatazione.
  • Ipertermia, livello energetico alto per aumentare la temperatura interna.

La Tecarterapia potenzia anche l’efficacia di terapie farmacologiche volte ad avere un azione antalgica e antinfiammatoria.


COSA CURA LA TECARTERAPIA

La Tecarterapia può essere utilizzata in vari ambiti medici e sportivi, la sua efficacia e i tempi brevi permette di trattare diverse patologie in diversi tessuti.

Di seguito un riepilogo delle patologie trattate divise per distretti corporei.

  • Patologie muscolari
    • contratture
    • stiramenti e strappi
    • contusioni
    • edemi
    • ematomi
  • Patologie della colonna
    • lombalgia
    • dorsalgia
    • ernia del disco
    • cervicalgia
  • Patologie della spalla
    • tendiniti
    • lussazioni e fratture
    • capsulite adesiva
    • borsiti
    • calcificazioni
  • Patologie del gomito
    • borsite
    • epicondilite
    • epicondrite
  • Patologie del polso e della mano
    • tendiniti
    • rizoartrosi
    • tunnel carpale
  • Patologie dell’anca
  • Patologie del ginocchio
    • gonartrosi
    • distorsioni e lussazioni
    • fratture
    • traumi ai legamenti
    • traumi al menisco
    • condropatie
  • Patologie della caviglia e del piede
    • fascite plantare
    • fratture
    • distorsioni e lussazioni
    • tendine d’achille
    • alluce valgo
  • Riabilitazione post-chirurgica
cosa cura la tecarterapia

BENEFICI DELLA TECARTERAPIA

La Tecarterapia è EFFICACE!

Lo dimostrano diversi studi clinici e le testimonianze dei pazienti; accelerando i processi riparativi naturali dell’organismo e la riparazione cellulare, riduce o elimina il dolore e accorcia notevolmente i tempi di guarigione.
Grandissima precisione sulla zona da trattare e effetti positivi sui tessuti anche profondi, rendono la tecarterapia affidabile e sicura come soluzione terapeutica, anche in poche sedute.

La tecarterapia va a rafforzare gli effetti della terapia manuale e della IDROKINESITERAPIA ottenendo risultati eccellenti nel trattamento di varie patologie, in vari tessuti e articolazioni. Per gli sportivi è un trattamento importante grazie ai rapidi risultati che si ottengono.

Ricapitolando:

  • Stimola e aumenta i processi ripartivi delle cellule.
  • Velocizza i tempi di guarigione soprattuto dopo traumi.
  • Riduce il dolore in modo significativo.
  • Può essere trattato qualunque distretto corporeo.
  • Aiuta molto gli sportivi.

È una trattamento terapeutico sicuro, non invasivo che non genera calore sulla pelle del paziente, con cui vengono a contatto i manipoli.

Le moderne Tecar, grazie all’utilizzo di frequenze particolari, possono essere permettere il trattamento anche di pazienti con protesi metalliche o di altro materiale.
I trattamenti vengono svolti, ovviamente, da personale specializzato che dopo attenta valutazione indicherà il percorso terapeutico più adeguato alla problematica e all’obiettivo da raggiungere.

EFFETTI COLLATERALI DELLA TECARTERAPIA

La tecarterapia è generalmente una terapia sicura che non genera effetti collaterali di rilievo. Tuttavia si possono verificare, soprattutto dopo le prime sedute, degli effetti paradosso, che possono causare piccoli problemi al paziente ed è quindi utile parlarne.

Gli effetti più rilevanti sono tre:

  • Ustioni – è una situazione piuttosto rara, ma si può verificare proprio in virtù del fatto che la tecarterapia utilizza la radiofrequenza. Il corpo del paziente si trova all’interno di un circuito formato da un elettrodo attivo e una piastra passiva. Se la potenza non controllata ed è alta può accadere che si ustioni la pelle localmente, presentandosi anche una bolla d’acqua. Il fisioterapista detenere sotto controllo la potenza utilizzata adeguandola alle esigenze e alla sensibilità del paziente.
  • Gonfiore – uno degli effetti benefici della tecarterapia è quello di drenare meccanicamente i liquidi. Se però gli elettrodi vengono sistemati in modo errato e non seguono le giuste diagonali si può verificare gonfiore nelle zone precedenti e successive alla zona trattata. Questo può avere effetto tensivo sulle articolazioni.
  • Aumenta il dolore – è un effetto paradosso; la tecarterapia che viene usata proprio per togliere il dolore può, soprattutto dopo le prime sedute, provocarne l’aumento. Avviene in particolare per le grandi articolazioni al livello delle capsule articolari. In questi cadi il fisioterapista può evitare l’insorgenza del dolore lavorando in Atermia.

CONTROINDICAZIONI DELLA TECARTERAPIA

L’utilizzo corretto della Tecarterapia non presenta proprie controindicazioni. Come già indicato è un metodo innocuo, non invasivo e non ha effetti collaterali. Questo perché l’energia utilizzata, anche ad alti livelli, è assolutamente BIOCOMPATIBILE con i tessuti organici, non genera surriscaldamento eccessivo e quello generato è ampiamente accettabile e sopportabile.

È un trattamento sconsigliato o da usare con particolari cautele in:

  • portatori di pacemaker
  • donne in gravidanza
  • pazienti insensibili alla temperatura
  • portatori di dispenser elettronici di farmaci
  • pazienti affetti da neoplasie
  • pazienti affetti da arteriopatie scompensate

LA TECARTERAPIA CREA TUMORI?

Non ci sono a questo riguardo studi scientifici adeguati e certi, si ritiene però che dal momento che si applica calore, questo possa provocare la crescita di cellule tumorali già esistenti e che possa permetterne la diffusione per via ematica e linfatica. Per questo motivo i fisioterapisti solitamente la applicano soltanto a pazienti che da almeno 5 anni non abbiano avuto recidive.
È comunque sempre doveroso, per il paziente, rivolgersi al medico specialista prima di sottoporti alla tecarterapia.


QUANTE SEDUTE FARE

Il numero e i cicli di Tecarterapia da effettuare varia a seconda del piano terapeutico, stabilito in base alla patologia e alla zona da trattare.
Generalmente le sedute in un ciclo completo sono 5-10 totali e hanno una cadenza di 2-3 volte la settimana; i benefici si notano già dopo i primi trattamenti, e ogni seduta dura dai 20 ai 30 minuti al massimo.

Di solito le sedute terminano alla risoluzione totale del problema e non è possibile indicarne un numero preciso; nelle condizioni più difficili possono essere necessarie delle sedute di mantenimento per non annullare i risultati ottenuti.

La seduta si svolge in modo semplice: il paziente viene fatto sdraiare sul lettino con la parte da trattare scoperta. Si applica sulla zona una sostanza gelatinosa per facilitare il massaggio che il terapista eseguirà utilizzando la piastra mobile collegata alla macchina per la tecarterapia.

Questa sostanza gel verrà rimossa velocemente con carta assorbente alla fine del trattamento.

LA TECARTERAPIA È MUTUABILE?

La tecarterapia non è mutuabile. Il costo delle sedute varia a seconda delle strutture a cui ci si rivolge ed è arbitrario.
La cosa importante è scegliere un buon rapporto qualità prezzo, che dipende dalla tecnologia del macchinario e dalla capacità del fisioterapista.


QUANTO COSTA UNA SEDUTA DI TECARTERAPIA

Non è semplice parlare di “costo delle sedute” quando si parla di salute.

C’è tuttavia da fare una precisazione: le macchine utilizzate per effettuare le tecarterapia hanno un costo anche importante che varia in funzione della potenza dell’energia prodotta e della qualità del segnale emesso, pur mantenendo la stessa tecnologia di base.

Quindi quando chiedete “quanto costa una seduta di Tecarterapia” o fate il paragone con i prezzi di altre strutture, che risultano essere più bassi, considerate la qualità del macchinario utilizzato e la sua efficacia nel tempo.
Il RISULTATO del trattamento terapeutico dipende proprio dalle caratteristiche dei macchinari per la Tecarterapia; per questo se una seduta costa troppo poco rischiate di non ottenere l’effetto desiderato e di non risolvere il problema dovendo ricorrere ad altri cicli di terapia, spendendo così due volte.

Nel nostro centro il prezzo della Tecarterapia per seduta è di 40€


PERCHÉ SCEGLIERE LA NOSTRA STRUTTURA PER LE TUE SEDUTE DI TECARTERAPIA

La nostra struttura di fisioterapia a Roma ha la possibilità di integrare la Tecarterapia con un servizio di IDROKINESITERAPIA a Roma tra i migliori, coadiuvato e sostenuto da un OTTIMO servizio di OSTEOPATA a ROMA.
Crediamo che il tuo obiettivo sia GUARIRE e STARE BENE, ecco integrando la Tecarterapia con un servizio di IDROKINESITERAPIA di eccellenza il RISULTATO sarà più FACILE.

PRENOTA SUBITO la VISITA FISIATRICA GRATUITA


CONTATTA un RESPONSABILE della FISIOTERAPIA

0651037125




OPPURE CONTATTACI VIA MAIL


Il tuo nome (richiesto)

Il tuo telefono (richiesto)

Questo modulo di contatto raccoglie il tuo nome e il tuo numero telefonico. Per maggiori informazioni, consulta la nostra pagina di PRIVACY POLICY.
 Villa Ardeatina si impegna a fornirti informazioni scientifiche e commerciali nel tuo interesse, senza invadere la tua privacy e, comunque, non più di una volta a settimana.

Accetto la memorizzazione dei miei dati

Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali