IDROKINESITERAPIA PER IL BENESSERE

IDROKINESITERAPIA PER IL BENESSERE

DAL WATER YOGA...AL WATER SHIATZU

Sono stati gli antichi Romani i primi ad utilizzare l’acqua a fini edonistici, terapeutici e sociali (le terme ne sono una chiara testimonianza). Da allora l’idea dell’acqua come fonte di benessere è andata rafforzandosi fino a giungere ai giorni nostri con la diffusione di pratiche come la talassoterapia, la riabilitazione termale e l’idrokinesiterapia per il benessere della persona. In quest’ultima branca della medicina riabilitativa in acqua oltre al Woga (= Water Yoga) e all’Ai Chi ( = Acquatic Tai Chi ), si è contraddistinto il Watsu o Water Shiatsu, il primo bodywork “acquatico” affermatosi a livello mondiale.
La sua storia inizia quando Harold Dull inizia a far fluttuare e massaggiare i suoi amici nelle acque calde e termali di Harbin Hot Spring (California) dove, alla fine degli anni’60 era nata una comunità di artisti, filosofi ed ecosofi. In Italia il Watsu si è diffuso solo agli inizi degli anni’ 90 per l’impegno e l’entusiasmo del ginecologo e ostetrico Roberto Fraioli, pioniere del parto in acqua.

SIAMO a ROMA zona EUR

PRENOTA SUBITO una VISITA FISIATRICA GRATUITA per la PREVENZIONE e CURA dell’ARTROSI e delle MALATTIE ORTOPEDICHE


CONTATTA SUBITO un RESPONSABILE della FISIOTERAPIA

0651037125




OPPURE CONTATTACI VIA MAIL


Il tuo nome (richiesto)

Il tuo telefono (richiesto)

LA FILOSOFIA DEL WATSU o WATER SHIATZU

Secondo Dull, l’acqua non è un ostacolo da contrastare con movimenti ampi e meccanici, ma una sorta di liquido amniotico in cui immergersi per ritrovare le piacevolezze del nostro “paradiso” prenatale. Un ritorno alle memorie del nostro nascere per poi “rinascere” più consapevoli, sani e vitali. L’acqua tiepida che avvolge il corpo e lo sostiene è la vera “maestra” di massaggio. Le sue “carezze” stimolano l’intera superficie della pelle con un tocco estremamente delicato, risvegliandola. La cute infatti non è solo un rivestimento resistente, ma un “cervello” che filtra le nostre emozioni, bombardando di stimoli il nostro sistema nervoso centrale. Il risultato è l’entrare in uno stato di abbandono e di trance, cioè di fusione con l’acqua ( rebonding ), con il watsuer ( l’operatore ) e con se stessi.

CARATTERISTICHE DEL WATSU

Nel nostro centro di Idrokinesiterapia durante una seduta di Watsu, il paziente viene sostenuto continuamente e delicatamente dall’operatore specializzato che attraverso ritmi e prese avvolgenti differenti, lo condurrà ad uno stato di rilassamento, cullandolo e facendolo galleggiare con fluidità ed armoniosità. La sequenza di movimenti finirà per trasformarsi in una vera e propria “danza” guidata dal watsuer con scioltezza e creatività.
Le sedute si svolgono in acqua calda ( 33-34°C ) essendo l’unica in grado di aumentare (a detta dei neurofisiologi) la sincronia tra l’emisfero destro, che governa la nostra parte emozionale, e quello sinistro, che invece presiede alle attività della parte razionale. In acqua tiepida e in stati di relax, il cervello, che è anche un organo endocrino, produce endorfine, i cosiddetti oppiacei naturali, che riducono le sensazioni dolorose legate allo stress. La durata di ciascuna sessione è di 1 ora in cui vengono svolti anche esercizi di respirazione e rilassamento guidato, stretching ed idromassaggio per amplificare l’effetto rilassante del Watsu. La frequenza in genere è di due volte a settimana, salvo diverse indicazioni dello specialista.

BENEFICI DEL WATSU

Effetti meccanici
Il Watsu stimola la circolazione sanguigna e linfatica, fortificando il sistema immunitario. Ha un effetto miorilassante e decontratturante. Con le “culle” si alleviano dolori e tensioni muscolari. Il respiro diventa lento e profondo con un effetto distensivo generale. Si stimolano il metabolismo ed il lavoro renale purificando l’intero organismo.
Effetti psicologici
Depressione, stati d’ansia, timidezza, difficoltà di comunicazione e tendenza all’isolamento possono essere alleviati con il Watsu. E ancora stati cronici di irrequietezza, stanchezza, irritabilità e fragilità emotiva. E’ un efficace strumento che cura la perdita di contatto con se stessi e l’incapacità di relazionarsi con gli altri.

INDICAZIONI

In ambito ginecologico viene usato come preparazione al parto. Nel campo dell’estetica il Watsu è richiesto come trattamento riequilibrante antistress. In riabilitazione è usato nel trattamento di problematiche ortopediche ( lombalgie, dorsalgie, dolori muscolari diffusi ), reumatologiche ( artrite reumatoide in fase subacuta ), neurologiche ( SM, paresi lievi ) e dopo interventi chirurgici ( soprattutto alla colonna vertebrale per ridurre le contratture antalgiche e di conseguenza il dolore ). Infine abbinato al Woga e all’Aichi permette il raggiungimento di una maggiore consapevolezza corporea e favorisce un percorso di autoguarigione.

CONTROINDICAZIONI

Stati febbrili, gravi patologie cardiache ( pregresso infarto ad esempio ) e disturbi polmonari, epilessia, patologie infettive della cute e ferite aperte.

Lasciatevi dondolare tra le braccia dei nostri idrokinesiterapisti specializzati immersi nell’acqua calda…Raggiungerete livelli sempre più profondi di rilassamento mentre il vostro corpo diventerà sempre più libero. Entrerete in una dimensione di completo relax e in uno stato di pace e gioia tali che le cause delle vostre tensioni non potranno più sopraffarvi!!!

SIAMO a ROMA zona EUR

PRENOTA SUBITO una VISITA FISIATRICA GRATUITA per la PREVENZIONE e CURA dell’ARTROSI e delle MALATTIE ORTOPEDICHE


CONTATTA SUBITO un RESPONSABILE della FISIOTERAPIA

0651037125




OPPURE CONTATTACI VIA MAIL


Il tuo nome (richiesto)

Il tuo telefono (richiesto)

Condividi il Post

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione ne accetti l'uso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Chiudi